Nocentini: “L’economia circolare è un’opportunità da cogliere per creare lavoro di qualità”

Il Segretario Generale UIL Toscana al convegno di Prato: “Patto per lo sviluppo va in questa direzione, ma serve dare gambe a un progetto che non deve restare un libro dei sogni”

“Il nostro ruolo, il ruolo proprio del sindacato è impegnarsi per creare lavoro di qualità, e l’economia circolare è un’opportunità che dobbiamo cogliere”. Queste le parole del Segretario Generale UIL Toscana Annalisa Nocentini durante i lavori del convegno “Economia circolare: un’opportunità per il lavoro?” – organizzato dalla UIL Toscana in collaborazione al Comune di Prato – che si è tenuto stamani al Museo del Tessuto.

“E’ chiaro che questa nuova opportunità deve essere sostenuta da una formazione adeguata, e qui entra in gioco la scuola con il suo ruolo fondamentale – continua Nocentini -. Non possiamo permetterci più che la scuola vada in una direzione diversa da quella delle nuove frontiere del lavoro. Come UIL chiediamo che la formazione scolastica faccia uno sforzo in più per assecondare i cambiamenti in atto, i nostri giovani non possono perdere il treno del futuro per inefficienze e ritardi”.

“Abbiamo firmato un Patto per lo sviluppo che va in questa direzione, e non possiamo fermarci qui – conclude Nocentini – Anche la prossima giunta dovrà dare gambe a un progetto complessivo e articolato che tocca aree nevralgiche della Toscana: Pisa per gli scarti del pellame, Prato per gli scarti del tessile e Lucca per gli scarti dell’industria cartaria. Noi abbiamo siglato quel patto perché ci crediamo, non per mettere una firma in calce a un libro dei sogni. Per questo incalzeremo continuamente il governo della Regione che verrà su questi temi che sono fondamentali per lo sviluppo e la crescita della Toscana”.

 

Prato, 17 febbraio 2020

Hosted by WEB PRATO