Mugello, la denuncia di Cgil-Cisl-Uil: “4 Comuni non ci incontrano per discutere di tasse e servizi”

“Occorre riaprire il dialogo, solo col confronto si producono risultati per cittadini, lavoratori e pensionati”

Bandiere Cgil Cisl Uil

Ci stupisce che, a differenza degli anni passati, da parte di alcune amministrazioni locali del Mugello non sia più ritenuto un proficuo strumento politico di confronto il rapporto con Cgil, Cisl e Uil, poiché, a fronte di varie richieste d’incontro in previsione del Bilancio Preventivo anno 2020 ad oggi non abbiamo avuto nessun riscontro.
Eppure gli argomenti di confronto sarebbero molteplici, soprattutto in questo territorio dove la situazione economica, lavorativa e sociale è in difficoltà. In Comuni come Dicomano, Firenzuola, Palazzuolo sul Senio e Vicchio non è invece dato sapere quale sia la visione generale su infrastrutture, trasporti, welfare ed ambiente, per citare solo alcuni temi.
Non solo: il mancato confronto sui bilanci comunali di previsione non dà modo neppure di sapere quali politiche saranno adottate per l’anno 2020, rispetto a tasse e tariffe (Imu, Irpef e Tari) e sui costi dei servizi a domanda individuale (trasporti, mense, ecc.). Continueremo a portare avanti il nostro dovere di rappresentanza verso lavoratrici lavoratori pensionate e pensionati, insistendo sulla ricerca di un dialogo. Abbiamo idee e proposte, perciò riteniamo che buone prassi di confronto e una corretta qualità nei rapporti possa produrre buoni risultati, come in questo territorio è accaduto per molti anni.

Firmato: Cgil Mugello (Valeria Cammelli), Cisl Mugello e Firenze (Emilio Sbarzagli e Fabio Franchi), Uil Firenze (Paola Vecchiarino)

Firenze, 31 gennaio 2020

Hosted by WEB PRATO