Irruzione alla UIL di Livorno, ignoti portano via computer e danneggiano la sede

Nocentini, Borghini e Rossi: “E’ la seconda volta nel giro di poche settimane, venti giorni fa è toccato alla UIL di Carrara. Inaccettabile, le sedi sindacali sono un presidio di democrazia per cittadini e lavoratori”

Stanotte ignoti hanno fatto irruzione nella sede della UIL di Livorno di via Cadorna 9, portando via 3 computer portatili e danneggiando la sede alla ricerca di denaro: 2 macchinette del caffè e bevande divelte, porte e armadietti sradicati. Nel giro di poche settimane è già la seconda volta che una sede della UIL in Toscana è fatta oggetto di gesti simili.

“Le sedi sindacali sono un presidio di democrazia e di tutela non solo per i lavoratori ma per tutte le fasce deboli della popolazione – commentano il Segretario Generale della UIL Toscana Annalisa Nocentini,  il Coordinatore della UIL di Livorno Franco Rossi e il Segretario Generale della UIL Area Nord Toscana Franco Borghini – Solo qualche settimana fa ignoti hanno fatto irruzione nella sede UIL di Massa, oggi a Livorno con danni ingenti e disagi per lo svolgimento della normale attività sindacale. Sono gesti di violenza inaccettabili che mettono a rischio servizi essenziali per i cittadini”.

Per fortuna i ladri non sono riusciti a entrare nei luoghi atti al Patronato e Caf, che stanno svolgendo regolarmente i loro servizi.

Livorno, 30 aprile 2019

Hosted by WEB PRATO