Incidente sul lavoro a Scandicci, la FenealUil: “Inaccettabile, la sicurezza non può riguardare soltanto l’emergenza Covid-19”

Sicurezza sul lavoro

“E’ inaccettabile che ci si dimentichi di intere categorie di lavoratori perché adesso tutta l’attenzione è rivolta all’emergenza Covid-19. I lavoratori dell’edilizia, benché siano esposti a rischi altissimi, aspettano da anni risposte da parte dei governi che si sono succeduti. Nonostante le tante parole spese in favore della sicurezza, ancora è troppo alto il numeri di morti sui cantieri, un numero indegno per un paese civile”. Queste le parole di Laura Zucchini della FenealUil Firenze sull’incidente mortale avvenuto oggi a Scandicci che ha coinvolto un lavoratore di un cantiere.

“Quelli sui cantieri sono morti che non fanno rumore – continua Zucchini – L’attenzione sulla sicurezza non deve riguardare soltanto la crisi da Covid-19, così le aziende non possono limitarsi al rispetto dei protocolli previsti per l’emergenza sanitaria. E’ necessario intensificare i controlli e renderli efficaci è un’assoluta priorità”.

Firenze, 22 maggio 2020

Hosted by WEB PRATO