Fim Fiom Uilm, intesa con il gruppo Baker Hughes Nuovo Pignone su diminuzione presenze lavoratori in azienda

Nella giornata di oggi le organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm hanno raggiunto un’intesa con il gruppo Baker Hughes Nuovo Pignone sulla diminuzione significativa delle presenze di lavoratori in azienda.
Nuovo Pignone è un’azienda di rilevanza nazionale per le macchine che consentono l’approvvigionamento energetico e l’accordo garantisce che proseguiranno solo le funzioni inerenti l’assistenza e la manutenzione delle stesse. L’intesa consentirà quindi al Paese, in questa situazione di emergenza, di continuare ad avere certezza sul corretto funzionamento della fornitura di gas ed energia elettrica a tutte le utenze ed in particolare ai presidi ospedalieri. Garantirà inoltre un’ulteriore diminuzione di lavoratori diretti e delle ditte esterne presenti in azienda, in quanto legati solo alle attività di assistenza e manutenzione delle macchine. Vorremmo infatti ricordare che negli stabilimenti del Nuovo Pignone già tutti i lavoratori impiegati sono in smart working da oltre una settimana.
Le rivendicazioni dei lavoratori e le iniziative delle organizzazioni sindacali locali e nazionali hanno trovato le loro risposte. La salute prima di tutto, nell’interesse della collettività.
I coordinatori nazionali
Fim Cisl, Alessandro Beccastrini
Fiom Cgil, Daniele Calosi
Uilm Uil, Davide Materazzi

Firenze, 25 marzo 2020

Hosted by WEB PRATO