Consiglio regionale Uilm Toscana; Palombella: “Prepariamoci allo sciopero del 14 giugno, in campo per dare un futuro all’industria”

Continuano senza sosta i Consigli regionali della Uilm dal titolo “Verso il Contratto” che hanno come focus proprio il rinnovo del CCNL di Federmeccanica prossimo alla scadenza. Oggi è stata la volta della Toscana, alla presenza del Segretario generale Uilm, Rocco Palombella, del Segretario organizzativo Uilm, Roberto Toigo, della Segretaria generale Uil Toscana, Annalisa Nocentini, e del Coordinatore regionale Uilm Toscana, Vincenzo Renda.

Roberto Toigo è intervenuto in apertura per fare il punto sulle questioni organizzative con particolare attenzione ai prossimi appuntamenti, primo fra tutti lo sciopero dei metalmeccanici del 14 giugno prossimo. Ci saranno, infatti, tre grandi manifestazioni a Milano, Firenze e Napoli. Il Segretario generale della Uilm sarà proprio nel capoluogo toscano per portare la voce dei metalmeccanici che tornano in piazza uniti dopo molti anni con l’obiettivo di lanciare un messaggio chiaro alle aziende e al governo.

E proprio in preparazione dello sciopero, il Consiglio regionale è stato anche l’occasione per fare un’analisi della situazione che vive il Paese, sia sul piano economico che industriale. “L’indagine congiunturale di Federmeccanica evidenzia come il nostro settore metalmeccanico sia in una fase di stagnazione dovuta al rallentamento dei consumi interni e alla frenata delle esportazioni – ha sottolineato Palombella nel corso del suo intervento – noi abbiamo più volte ribadito, e scenderemo in piazza per dirlo ancora più chiaramente, che il Paese non può crescere senza investimenti pubblici e privati. Siamo secondi in Europa per la manifattura, ci aspettiamo che tutti facciano la loro parte”.

Il leader dei metalmeccanici si è poi concentrato sulle realtà industriali del territorio dal caso ancora irrisolto di Bekaert ad Aferpi, da Nuovo Pignone alla KME, da Piaggio a Leonardo, e naturalmente la Whirlpool di Siena, che ieri ha mostrato la sua solidarietà ai lavoratori di Napoli temendo anche per il proprio futuro produttivo e occupazionale, e che proprio oggi sta tenendo le assemblee nello stabilimento per illustrare ai lavoratori l’incontro di ieri al Mise. Su Aferpi Palombella ha ribadito la necessità di un incontro urgente chiesto al ministero dello Sviluppo economico dalle segreterie nazionali di Fim Fiom Uilm a seguito delle notizie riguardanti il cambio dei vertici aziendali e in merito alla mancata firma dell’Accordo di programma regionale per il rilancio del Polo industriale di Piombino.

“Per quanto riguarda Leonardo – ha aggiunto – come sapete abbiamo iniziato la discussione con il management e presentato la nostra piattaforma per il rinnovo dell’integrativo, un’occasione importantissima sia sul piano economico che per comprendere le strategie che questo Gruppo intende mettere in campo per il futuro”.

Infine, sul rinnovo del CCNL Palombella ha ribadito l’importanza di questi incontri territoriali che troveranno una sintesi il 27 giugno prossimo, a Roma, in una grande Assemblea nazionale. “L’intenzione – ha concluso – è quella di preparare una piattaforma da condividere con Fim e Fiom e poi da presentare, mi auguro in modo unitario, a Federmeccanica. Il contratto nazionale resta la nostra arma principale per la difesa di tutti i lavoratori che noi rappresentiamo”.

Firenze, 5 giugno 2019

Hosted by WEB PRATO