Aggressioni sui bus, lavoratori e le lavoratrici CTT Nord sono allo stremo

Filt-Cgil, Uiltrasporti, Faisa: “Quotidianamente si verificano episodi al limite della legalità. Senza risposte d parte di azienda e amministrazioni locali pronti a indire uno sciopero di 24 ore”


Le scriventi OO.SS. denunciano un escalation di episodi di aggressione verbale e fisica da parte degli utenti nei confronti del personale tutto di CTT Nord, episodi acuiti da i numerosi disservizi che quotidianamente si presentano sulle linee di Tpl della Provincia di Lucca; testimone di cui i numerosi articoli di stampa che ogni giorno sono presenti sulle varie testate.

Anche alcuni giorni fa nei locali della biglietteria di Viareggio si è presentato un uomo che dando in escandescenza ha reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine facendo temere per l’incolumità delle lavoratrici presenti.

I conducenti di linea ed i verificatori, quotidianamente devono gestire situazioni al limite della legalità che spesso subiscono anche per non esasperare le situazioni.

Per questi motivi chiediamo all’azienda e alle Amministrazioni Locali che oltre a tutelare il diritto alla mobilità dei cittadini si adoperino anche per la salvaguardia della salute e della sicurezza dei Lavoratori e delle Lavoratrici che operano in CTT Nord.

Le scriventi OO.SS. inoltre sono pronte, in assenza di risposte in merito, ad indire uno sciopero di 24 ore senza i termini di preavviso, così come disposto dall’art 2 comma 7 del Testo Coordinato delle Leggi 12 Giugno 1990, N.146 e 11 APRILE 2000, N. 83

Filt-Cgil, Uiltrasporti, Faisa della provincia di Lucca

Lucca, 12 dicembre 2018

Hosted by WEB PRATO