Quaderni del Lavoro, 27-28 luglio Querceta (LU)

1° Festa della Uil Toscana 27-28 luglio a Querceta (Lucca)
Due giorni per riflettere su lavoro, sviluppo, diritti

Nocentini: “Dibattiti per interpretare il mondo del lavoro di oggi e dare un contributo di idee e valori per il futuro della Toscana e del Paese”. Parteciperanno esponenti delle istituzioni e della politicaConcluderà il Segretario Generale Uil Carmelo Barbagallo

Si chiamerà “Quaderni del Lavoro” la Prima Festa della Uil Toscana che si terrà il 27 e il 28 luglio 2017 a Querceta nel Comune di Seravezza (Lucca). Due giorni per riflettere a fondo sul mondo del lavoro che cambia in Italia e in Toscana con un parterre di ospiti d’eccezione. Leader sindacali, rappresentanti delle istituzioni e della politica si confronteranno su temi fondamentali in questi anni di grande mutamento sociale: i giovani, le pensioni, la sanità, il welfare, lo sviluppo, i diritti.

Un parterre di ospiti di eccezione si alterneranno sul palco per affrontare tre grandi aree tematiche. Si comincerà il 27 luglio alle 18 con sanità, servizi e welfare per parlare dei tagli dei governi che si sono succeduti a Palazzo Chigi che hanno messo in discussione l’intero sistema sanitario e dei servizi; mentre alle 19,30 il dibattito si sposterà su sviluppo, qualità del lavoro, sicurezza per rimettere davvero al centro il settore industriale del Paese in generale e della Toscana in particolare. Il 28 luglio alle 18 si parlerà infine di pensioni, previdenza e giovani, perché solo un sistema pensionistico equo e solidale può garantire un futuro ai giovani. Le conclusioni della 1° Festa della Uil Toscana saranno affidate al Segretario Generale della Uil Carmelo Barbagallo.

“Ringrazio tutti, dai delegati i nostri funzionari, perché si stanno impegnando a fondo nel mettere a punto la Prima festa della Uil Toscana. Un impegno che dimostra una volta di più che siamo una grande organizzazione, coesa e forte – ha spiegato il segretario generale Annalisa Nocentini – La Prima Festa della Uil Toscana si terrà a nord nell’area di Lucca, ma la nostra intenzione è di girare tutta la Toscana con altre iniziative per far circolare il più possibile il nostro patrimonio di idee e valori che riteniamo fondamentali per ridare slancio allo sviluppo del Paese e della regione”.

“In Quaderni del Lavoro – dice ancora Nocentini – si incroceranno riflessioni sul momento difficile del mondo lavoro dal punto di vista sociale e politico, accompagnato da un momento più leggero con musica e cibo della tradizione locale. Con i nostri segretari nazionali di categoria, insieme ai rappresentanti del mondo delle istituzioni e della politica, toccheremo con mano tutto il microcosmo del mondo lavoro, facendo emergere problemi e difficoltà ma dando anche risposte e progetti per cercare di interpretare il mondo del lavoro di oggi e tracciare un futuro di sviluppo, sostenibilità e diritti. Concluderà le due serate il nostro segretario generale Uil Carmelo Barbagallo, che ringrazio per la partecipazione e per il contributo che come sempre non ci farà mancare”.

Il programma 


Barbagallo: “Subito il contratto dei dipendenti pubblici e fase 2 sulla pensioni”

Il Segretario Uil ieri ha chiuso Quaderni del lavoro a Seravezza (LU): “Abbiamo fretta di chiudere queste due partite, basta perdere tempo”. “Grazie al Segretario Nocentini per questa opportunità di confronto”

Sono state affidate al Segretario Generale Uil Carmelo Barbagallo le conclusioni di “Quaderni del lavoro”, la prima festa della Uil Toscana, tenuta a Querceta, nel Comune di Seravezza (LU) giovedì 27 e venerdì 18 luglio. Una due giorni di dibattiti tra i segretari nazionali delle categorie Uil con istituzioni, mondo della politica e dell’imprenditoria sui grandi temi di attualità: sanità, welfare, sviluppo e qualità del lavoro. “Dobbiamo portare a casa il contratto dei pubblici dipendenti e la seconda fase dell’accordo sulla previdenza. Abbiamo incontri fissati per fine agosto, la Uil ha fretta di chiudere queste due partite”, ha detto Barbagallo, che ha voluto ringraziare il sindacato toscano e il suo Segretario Generale Annalisa Nocentini per “l’opportunità di confrontarsi, perché il confronto – ha detto – è sempre motivo di crescita”.

Prima delle conclusioni di Barbagallo, la discussione aveva affrontato il tema delle pensioni e di come armonizzare il sistema previdenziale per i giovani. “Dobbiamo pensare a meccanismi per riempire i buchi di contribuzione creati dai contratti precari – è stato sottolineato dal palco – Abbiamo il dovere di dare un futuro ai nostri giovani, anche e soprattutto alle donne, le più penalizzate in questi anni”.

Seravezza, 29 luglio 2017


“Quaderni del Lavoro”, stasera il gran finale con il Segretario Generale Carmelo Barbagallo

Seconda e ultima giornata della kermesse della Uil Toscana a Querceta (LU). Sanità, welfare e sviluppo sono alcuni dei temi affrontati ieri nelle prime due tavole rotonde. Bombardieri: “E’ in momenti di riflessione e condivisione come questi che viene a galla il significato più vero del sindacato”

Il mondo della sanità, la riforma della scuola, la mancanza di politiche sociali e di un’idea di sviluppo per il futuro del Paese: sono questi alcuni dei temi che sono stati affrontati nella prima giornata di dibattito della prima festa della Uil Toscana, dal titolo “Quaderni del lavoro”, tenuta ieri a Querceta, nel Comune di Seravezza (LU).

Dal palco sono arrivate stoccate all’indirizzo dei governi che si sono succeduti a Palazzo Chigi in questi anni. “Non si può ricorrere solo a bonus per affrontare l’aumento della domanda delle politiche sociali, non è il modo corretto né giusto di dare risposte ai cittadini che chiedono assistenza e sostegno”, ha ricordato Silvana Roseto della Segreteria Nazionale Uil. Il problema non è solo la perdita del lavoro, ma restituire e riconoscere la dignità al lavoro: attraverso investimenti adeguati (come nel caso di Aferpi e delle infrastrutture strategiche che mancano alla Toscana e all’Italia), ma anche con il coraggio di affrontare le sfide del futuro come l’industria 4.0. “Un’occasione certamente da cogliere – hanno sottolineato dal palco – Ma mantenendo un atteggiamento laico e distaccato nei confronti di un provvedimento di cui ancora non si conoscono gli orizzonti”.

“È in momenti di riflessione e condivisione come questi – ha concluso il Segretario Organizzativo Nazionale della Uil Pierpaolo Bombardieri – che viene a galla il significato più vero del sindacato, cioè di una comunità più viva che mai e più distante che mai dal populismo che vorrebbe l’uomo solo al comando”.

L’evento “Quaderni del lavoro” si concluderà domani con una tavola rotonda su pensioni, previdenza, giovani e l’intervento finale del Segretario Generale Uil Carmelo Barbagallo.

Seravezza, 28 luglio 2017


Gli scatti della due giorni che ha visto una grandissima partecipazione