“L’Italia e la Toscana devono tornare centrali nel processo produttivo: servono formazione e intelligenza creativa”

Annalisa Nocentini, riconfermato Segretario Generale all’unanimità dall’XI Congresso della UIL Toscana: “Dobbiamo puntare su idee nuove, coraggio e audacia se vogliamo entrare nella Quarta Rivoluzione Industriale”. Eletta anche la nuova Segreteria Confederale

“Equità, lavoro, sviluppo: per un un nuovo rinascimento italiano”: questo lo slogan scelto per l’XI Congresso della UIL Toscana che si è tenuto oggi nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio, Firenze. Giovani, precarietà, pensioni, lavoro, sviluppo sono state i temi centrali dei lavori del Congresso. “L’Italia e la Toscana hanno le capacità per tornare centrali nel processo produttivo – ha detto nella sua relazione il Segretario Generale UIL Toscana, Annalisa Nocentini, riconfermata dall’assemblea per i prossimi 4 anni – Per fare dobbiamo puntare su formazione e intelligenza creativa, quella che a noi toscani non è  mai mancata per uscire dall’impasse. Servono idee nuove, coraggio e audacia se vogliamo entrare nella Quarta Rivoluzione Industriale, l’era del computer e della rete che modificheranno radicalmente il mondo del lavoro come lo conoscevamo”.

“Sono necessarie tre condizioni per favorire questo sviluppo – ha aggiunto Nocentini – 1) una formazione più efficiente, a cominciare da quella professionale per finire a quella universitaria; 2) una maggiore integrazione nei distretti e dei distretti per creare una filiera e “fare sistema”; 3) il superamento del deficit infrastrutturale realizzando le opere pubbliche che aspettiamo da troppo tempo”.

A conti fatti, invece, il territorio della toscana aspetta ancora delle opere fondamentali che ancora, nonostante decenni di discussioni e progetti già approvati, non sono state realizzate. “Pensiamo all’Alta Velocità a Firenze, all’aeroporto di Peretola, ma non solo – spiega Nocentini – Anche le neonate Autorità Portuali non hanno ancora dato l’impulso che ci si aspettava, e siamo inoltre preoccupati che il porto di Carrara alla fine non si trasformi in un’appendice di La Spezia e della Liguria. Discorso a parte merita invece l’intera vicenda degli ATO, che consideriamo farsesca. Oggi non c’è un ATO che funzioni a dovere in Toscana: l’ATO Sud è commissariato, ATO Centro che si trova senza un impianto considerato indispensabile come case Passerini e oggi liquidato, ATO Costa dove è tutto fermo. Lo chiediamo sommessamente ma fermamente al Presidente Rossi: cosa vogliamo fare con questo ciclo di smaltimento rifiuti che fa acqua da tutte le parti?”

Il dibattito congressuale è stato concluso dal Segretario Generale UIL Carmelo Barbagallo. Durante i lavori sono intervenuti, tra gli altri, Enrico Rossi, Presidente della Regione Toscana, Dario Nardella, Sindaco di Firenze, Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana, Matteo Biffoni, Presidente di Anci Toscana.

Come detto, l’assemblea ha eletto Annalisa Nocentini Segretario Generale della UIL Toscana. La Segreteria Confederale UIL Toscana sarà composta, oltre che da Nocentini, da Arturo Papini, Paola Vecchiarino, Triestina Maiolo, Vincenzo Renda. Tesoriere Franco Borghini.

Firenze, 6 giugno 2018

Hosted by WEB PRATO