Donatello Costruzioni, rischio 28 licenziamenti: domani martedì 10 aprile presidio a Prato

Si terrà in viale Montegrappa, dalle 9:30, davanti alla sede dell’azienda con lavoratori e Cgil-Cisl-Uil di categoria

Bandiere Cgil Cisl Uil

Continua la mobilitazione dei lavoratori della Donatello Spa, azienda delle costruzioni attiva tra Mugello, Prato e Firenze: domani martedì 10 aprilesaranno in presidio dalle ore 9:30 e per la mattinata sotto la sede legale dell’Impresa in viale Montegrappa a Prato, in vista dell’incontro che si terrà in Regione Toscana per la discussione di 28 licenziamenti (l’intero personale). Incontro previsto per il 16 aprile tra istituzioni, sindacati delle costruzioni e azienda. Nella suddetta data capiremo il futuro di 28 lavoratori e lavoratrici, famiglie comprese. Di certo sarà un futuro di disoccupazione se l’imprenditore che si è fatto avanti in diverse circostanze (l’ultima volta è stato convocato dalla Regione il 28 marzo) non renderà formale l’interesse a rilevare la Donatello.
E come se non bastasse questo stato di incertezza, ci sono tre mesi di stipendi ancora da riscuotere. Come agire, visto che la Donatello ha già presentato richiesta di concordato in bianco nel mese di febbraio? Le domande sono complicate e le risposte altrettanto. Cosa dire, per esempio, a chi già è passato solo 4 anni fa da un concordato e vi ha lasciato indietro 5 stipendi, passando da Mugello Lavori a Donatello e oggi a un altro concordato da Donatello Spa a non-si-sa-cosa? Il tutto, con il rischio di aggiungere ai 5 stipendi finiti nel precedente concordato altri 2/3 stipendi in un altro concordato. L’impresa non può e non deve essere finanziata con i soldi dei lavoratori. Questa vertenza è una delle molte che in questi anni colpiscono il settore delle costruzioni e compromettono l’impresa locale ma sia i lavoratori sia i sindacati hanno intenzione di continuare a lottare.

Firmato: Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil Firenze

Firenze, 9 aprile 2018

Hosted by WEB PRATO