Category: Varie

Cresce Uila alla Avicoop (Gruppo Amadori)

Uila Toscana
La UILA aumenta la sua rappresentanza
alla Avicoop del Gruppo Amadori di Monteriggioni 

Cresce in Avicoop, del gruppo Amadori, la presenza della Uila. Un’azienda importante per la Provincia di Siena e per l’agroalimentare di quel territorio, dedita alla macellazione e al confezionamento di tacchini. “Avevamo un solo rappresentante all’interno delle RSU ed oggi, in un’unità produttiva di quasi 250 dipendenti, abbiamo raddoppiato la nostra rappresentanza - commenta così Triestina Maiolo, Segretario Regionale della UILA – Faccio i miei auguri di buon lavoro alle nuove RSU, Mariapia Pini e Simona Faulisi, e al nostro responsabile territoriale Andrea Berni. Sono sicura inoltre che con la prossima apertura del nostro nuovo ufficio a Castellina in Chianti, la UILA possa crescere ancora sia all’interno dell’Avicoop che in tutto il territorio senese. Colgo inoltre l’occasione per ricordare ed invitarvi allamanifestazione a Roma del 29 novembre contro questa riforma del lavoro, contro il taglio ai patronato e per un mercato del lavoro legale, trasparente nel rispetto dei diritti e della persona. Chi vuol partecipare scriva a siena@uila.it“.

Il 29 novembre a Roma si terrà la manifestazione nazionale unitaria di Uila, Fai e Flai per il settore agro-alimentare (in allegato il volantino). Un amobilitazione per dire no a liberalizzazione dei voucher, cancellazione della cassa integrazione straordinaria e in deroga, controllo a distanza, demansionamento e modifica all’art. 18: tutte misure contenute nel Jobs Act. A questi temi si aggiungono le richieste di rinnovo del Ccnl dei lavoratori forestali e l’impegno del governo per una riforma del mercato del lavoro agricolo che sia trasparente e legale, in grado di contrastare efficacemente i fenomeni di intermediazione illecita e lavoro nero.


Monteriggioni, 24 novembre 2014

La vertenza Livorno

Rilancio di Livorno, subito un piano da presentare al governo

Incontro stamani tra sindacati, Regione e istituzioni locali. La Uil Toscana:”Questione prioritaria e nazionale, occorre fare in fretta e bene per il bene di tutta la città e del suo tessuto industriale”

Sviluppo del porto, infrastrutture moderne ed efficienti, la capacità di attrarre nuovi investimenti: sono questi i tre pilastri su cui far ripartire l’area Livornese, tra le più penalizzate dalla crisi. E’ quanto è emerso nell’incontro di stamani tra Cgil, Cisl, Uil, Regione Toscana e le istituzioni locali (Comune e Provincia) per fronteggiare la grave situazione occupazionale di Livorno e provincia. Read more »

Il XVI Congresso Nazionale della Uil. Il programma dei lavori

Dal 19 al 21 novembre si terrà il XVI Congresso Nazionale della Uil al Palazzo dei Congressi Di Roma.

I lavori protranno essere seguiti in diretta streaming su www.uilweb.tv

Sotto il programma della tre giorni congressuale

 


IMG_1262

 

IMG_1261

Palombella (Uilm) sullo sciopero della Cgil

uilm-v

CGIL: PALOMBELLA, E’ PROCEDENDO INSIEME CHE SI ARRIVA LONTANO STRUMENTO SCIOPERO GENERALE VA USATO CON OCULATEZZA”

IL TESTO INTEGRALE DELL’AGENZIA DI STAMPA ADN KRONOS

“Andando da soli si può anche andare veloci, ma è procedendo insieme che si può arrivare lontano”. Così il segretario generale della Uilm Rocco Palombella, oggi all’attivo dei metalmeccanici di Palermo, commentando lo sciopero generale annunciato ieri dalla Cgil per il 5 dicembre. Il prossimo segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, sottolinea Palombella, “era stato chiaro con la Cgil, invitandola a non decidere da sola per concordare un cammino insieme alle altre confederazioni sindacali. Ma il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso ha indicato lo stesso la data, invitando poi Uil e Cisl ad aderire. E’ bene ricordare che strumento dello sciopero generale va usato con oculatezza, perché è l’estremo atto di protesta dei lavoratori”. “Quando altri vogliono la primogenitura nello stabilire l’agenda delle azioni di lotta diventa un problema accordarsi poi unitariamente”, conclude Palombella.

Ufficio Stampa Uilm

Roma, 13 novembre 2014

 

Read more »

Taglio ai patronati, la protesta di Cgil, Cisl, Uil e Acli di Firenze – comunicato stampa

Tagli ai Patronati, 130 mila fiorentini

rischiano di restare senza prestazioni gratuite

 

La Legge di Stabilità del governo toglie 150 milioni: così i cittadini

saranno costretti a rivolgersi ai professionisti per pratiche prima gratuite o perderanno i loro diritti essenziali Read more »

Uiltrasporti Toscana: no ai provvedimenti del governo in materia di lavoro

uil_trasporti_logo

UILTRASPORTI TOSCANA SU JOBS ACT E LEGGE STABILITA’

In data 3 novembre 2014 si è svolto il Consiglio Regionale Uiltrasporti Toscana, allargato per l’occasione agli iscritti, dove sono stati affrontati i temi legati al Jobs Act e alla Legge di Stabilità.
Dopo un ampio e approfondito dibattito a cui ha partecipato anche la Confederazione Regionale UIL Toscana, il Consiglio Regionale ha espresso tutta la propria unanime contrarietà nei confronti dei provvedimenti del Governo Read more »

Cig in deroga, sindacati e Regione firmano accordo

image

Cassa integrazione in deroga, firmato l’accordo con le parti sociali

FIRENZE – I nuovi criteri per l’accesso alla cassa integrazione e alla mobilità in deroga, introdotti dal decreto interministeriale del luglio scorso e provvisoriamente recepiti dalla Regione Toscana con una circolare del 4 agosto, per rendere subito operativo il decreto, hanno oggi una definizione più precisa e si concretizzano in un accordo firmato oggi dalla Regione e dalle parti sociali. Read more »

La crescita del settore agricolo in Toscana: 60mila addetti e il 30% delle aziende sono guidate da donne

Uila Toscana

La Uila Toscana  guarda al futuro

“Dobbiamo essere pronti alle nuove sfide”

 
Il Segretario Generale Triestina Maiolo: “Il settore agricolo in Toscana sta crescendo, conta 60 mila lavoratori e il 30% delle aziende è guidato da donne. Nelle nostre campagne è in atto una rivoluzione generazionale grazie ai migranti”
 

“Come tutte le crisi, anche questa lascerà dietro di sé un terreno raso al suolo su cui sì, si potrà ricostruire, ma con il rischio di disuguaglianze sociali disparate. Il giorno dopo, quando tutto sarà finito (perché anche la crisi è una stagione, quindi passerà), ci sveglieremo e tutto sarà diverso. Quel giorno dobbiamo esser pronti, a raccogliere la sfida se non vogliamo esser considerati macerie da eliminare, lontani da un mondo che è cambiato e che non siamo più in grado di comprendere”. Dal palco del V Congresso nazionale della Uila che si è tenuto a Roma dal 27 al 31 ottobre scorsi, il Segretario Generale della Uila Toscana, Triestina Maiolo,ha voluto sottolineare il senso profondo di fare sindacato oggi. Read more »

La Uil Toscana sui fatti di Roma contro i lavoratori della AST di Terni

La Uil Toscana esprime rammarico per i fatti di Roma contro i lavoratori della AST di Terni

I continui attacchi del premier Renzi contro il Sindacato non aiutano ad abbassare i toni

I fatti avvenuti a Roma ai lavoratori della AST di Terni sono la conseguenza delle esasperazioni che in questo momento il  mondo del lavoro vive con i continui licenziamenti e di un governo che dimostra la sua incapacità di affrontare i problemi dell’occupazione nel Paese.

Inoltre i continui attacchi del premier Matteo Renzi contro il Sindacato e il mondo del lavoro non aiutano ad abbassare i toni e a creare quel clima di confronto che invece sarebbe necessario.

La Uil Toscana esprime rammarico per quanto avvenuto a Roma, con la speranza che episodi del genere non si ripetano mai più.

La Segreteria Uil Toscana 

Il taglio di 150 mln del governo ai Patronati, il grido di allarme di Cgil, Cisl, Uil e Acli

Grido d’allarme del Cepa toscano, che riunisce i patronati di Cgil, Cisl, Uil e Acli

Senza patronati un milione e mezzo di toscani non potrà far valere i propri diritti

Da queste strutture passano, gratuitamente, l’86% delle domande previdenziali e il 95% di quelle socio-assistenziali, ma i tagli nella legge di stabilità li condannano a morte o a far pagare i servizi. A rischio anche 800 posti di lavoro

In Toscana un milione e mezzo di persone si rivolge ogni anno ai patronati. Se questa rete dovesse saltare, come conseguenza dei tagli previsti dalla legge di stabilità, chi si occuperà di loro ? Lo chiede il Cepa Toscana, che raggruppa i patronati di Cgil, Cisl, Uil e Acli.

Due dati chiariscono l’importanza di queste realtà per rendere effettivi i diritti sociali dei cittadini: dai Patronati toscani vengono presentate, senza far pagare niente ai cittadini, l’86% delle domande previdenziali (pensioni, ricostituzioni, ecc.) e oltre il 95% delle pratiche in materia socio-assistenziale (invalidità civili, accompagnamento, handicap ecc). Read more »

+

Powered by & Hosted by WEB PRATO