Bekaert, inaccettabile il comportamento dell’azienda

Bekaert Figline Valdarno


E’ inaccettabile che la multinazionale Bekaert abbia deciso la chiusura dello stabilimento senza attivare prima un tavolo di discussione con le OOSS e le Istituzioni. Ad aggravare l’atteggiamento dell’azienda il fatto che a giorni avremmo dovuto incontrarci al Mise per valutare la situazione finanziaria e produttiva dello stabilimento. Chiediamo il ritiro della procedura di chiusura e la dichiarazione del totale licenziamento di tutti i lavoratori, che comporterebbe la perdita di un’azienda presente in Valdarno dagli anni 50. Deve esserci dato il tempo di trovare soluzioni alternative che possano scongiurare la chiusura e coinvolgere le Istituzioni nazionali, governo e Mise, e internazionali, in quanto la dismissione da parte della multinazionale belga di un business impoverirebbe un paese membro della comunità europea come l’Italia.

Davide Materazzi,
Segretario UILM Firenze

Firenze, 22 giugno 2018

Hosted by WEB PRATO