Aeroporto di Firenze, la UIL Toscana: “Non si può fermare lo sviluppo”

aeroporto di Firenze

“Si parla del progetto di adeguamento dello scalo di Firenze da ormai 30 anni. E’ una vicenda che ormai ha assunto i contorni del grottesco. Noi che facciamo sindacato e non siamo tecnici, ci aspettiamo che gli enti preposti ci dicano se finalmente potremo avere un aeroporto più efficiente e in linea con le ambizioni di una città importante come Firenze”. Queste le parole del Segretario Generale della UIL Toscana Annalisa Nocentini, sull’aeroporto di Firenze che in questi giorni è tornato al centro del dibattito.

“A noi come UIL Toscana interessa lo sviluppo – aggiunge Nocentini – Interessa, cioè, se questa infrastruttura – ferme restando le tutele ambientali e di fattibilità che sono e devono restare prioritarie – possa portare posti di lavoro e opportunità per il territorio. Noi crediamo di sì, e come UIL Toscana e come sindacato che ha a cuore il mondo del lavoro non possiamo che essere favorevoli a tutto ciò che promuove e incentiva l’occupazione. Soltanto nell’ottica della sinergia dei due scali, Firenze e Pisa insieme, si possono creare le condizioni di crescita per tutta la Toscana. Siamo convinti che lo sviluppo non si possa fermare per logiche di parte e per antagonismi che francamente, a questo punto, si fa fatica a comprendere”.

Firenze, 9 ottobre 2018

Hosted by WEB PRATO